LA LOCATION

Il nome di Chianciano probabilmente deriva da Cis Clanas che poi diventò Clancianum, ossia al di qua della Chiana.

Nelle campagne di Chianciano e nei suoi colli è abbastanza facile riportare alla luce reperti archeologici di grande importanza dai quali si deduce che la città è stata un importante centro di insediamento prima etrusco, successivamente romano. Le fonti, denominate “Fonti Chiusine”, erano conosciute sin dagli Etruschi.

Dopo il 1000 i documenti che parlano della storia delle Terme sono numerosi, specialmente quelli dedicati alla composizione delle acque le quali, come dimostrato dal 1830 in poi dalle analisi chimiche e fisiche, sono rimaste inalterate nel corso dei secoli.

Le notizie storiche rilevate dagli statuti del Comune di Chianciano sull’acqua Sant’Elena la mettono direttamente in relazione con la soppressa Chiesa omonima.

Dal benefizio di Sant’Elena prendevano nome la Chiesa ed un piccolo Convento eretti in poggi, che ancora si chiamano Sant’Elena, situati in una delle più ridenti posizioni di Chianciano.
Nel 1920 il Cav. Giuseppe Cignozzi fondò l’attuale stabilimento di Sant’Elena.

L’iniziativa ebbe subito molto successo tanto è che si rese necessario l’ampliamento del parco, che venne inaugurato nel 1926.

L’anno precedente la Sorgente Sant’Elena aveva ricevuto la medaglia d’oro alla “II Exposition Internationale di Bruxelles” per le riconosciute proprietà terapeutiche.

L’attività dell’azienda si è profusa sempre più nel tempo nella valorizzazione delle cure idropiniche, dello stabilimento d’imbottigliamento e nella cura della bellezza del parco, ricco di piante secolari di alto fusto e delle sue strutture ricettive.

La Società è titolare dei marchi “Sant’Elena”, “Marzia” e ” Fonte Alaggia”.

Grazie all’impulso scientifico dell’idrologia clinica e sperimentale, le cure termali costituiscono un sussidio terapeutico tra i più versatili, consolidato da vasti movimenti di opinione che ne hanno esteso modernamente concetti e contenuti a “vacanza della salute”.

La Sorgente Sant’Elena di Chianciano Terme, fondata nel 1925, è situata a 550 Mt. sul livello del mare in un’incantevole collina tra secolari querce, maestosi cipressi ed argentei olivi che formano un’incomparabile oasi di verde e di riposo, vero “santuario ecologico”.
Il Parco, limitato a monte dalla collina, a riparo dai venti e privo di umidità, è largamente aperto a valle e offre il magnifico panorama dei laghi di Chiusi, di Montepulciano, del Trasimeno e delle giogaie dell’Amiata.

L’acqua oligominerale Sant’Elena scaturisce a breve distanza dall’antica Cappella di Sant’Elena, da cui prende il nome. Era utilizzata dagli abitanti di Chianciano e dai popoli limitrofi fin da antico tempo perché riconosciuta salutare, dotata di virtù medicinali (vedi memorie del Dott. Baldassarri da Siena del 1756).

Nelle terme di Sant’Elena la giornata viene vissuta come interazione tra cura idropinica ed iniziative ricreative, ludiche e culturali.
La cure termali (idropiniche), convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, si svolgono in un vasto parco all’italiana, di rilevante bellezza naturale, autentico polmone ecologico, ove sono sistemati numerosi campi di bocce immersi nel verde, aree attrezzate per i giochi dei bambini, sale di lettura, ampi saloni con un elegante bar offrono al cliente numerosi svaghi e comforts.
Tutti i pomeriggi la giornata termale è allietata con musica dal vivo; il cliente vi si riconosce divertendosi; il ballo è un complemento rilassante e tonificante della cura idropinica.

Durante la stagione hanno luogo numerose conferenze di medicina, convegni, manifestazioni di arte e cultura, concerti dal vivo con artisti vari.

Incontri e aperitivi musicali nelle sale dello Stabilimento;
Percorsi enogastronomici a cura di Arci Caccia Chianciano:

Antipasto Brado (salumi di selvaggina e di cinta senese)
Tagliatelle al Ragù Bianco di Cinta Senese
Cinghiale alla “Bracconiere”
Capriolo al Pepe Verde
 
Degustazioni dei migliori vini locali;
Concerti nella Sala Musica.

Come raggiungerci

AUTO
Uscita A1 Chiusi-Chianciano Terme
Proseguire in direzione Chianciano Terme
Percorrere Viale della Libertà
L’ingresso del Parco si trova in Viale della Libertà, 112

TRENO
Stazione di riferimento Chiusi-Chianciano Terme (a circa 10 km dalla location)